Scopri come il rapporto con la tua stessa madre incide su come educhi il tuo bambino!

Ci sono così tanti tipi diversi di mamme! Creative, perfezioniste, fashioniste, preoccupate, organizzate, disorganizzate, decise, insicure, “so tutto io”, “non so niente”…

Il Dr. Stephan Poulter, psicologo familiare di Los Angeles da 35 anni, afferma che le madri che diventiamo hanno molto a che fare con il modo in cui le nostre madri sono state con noi: “Che lo riconosciamo o no, le nostre madri lasciano un’impressione indelebile sulle persone che diventiamo. La nostra capacità di funzionare emotivamente nelle relazioni, sia personali che professionali, si basa sulla profonda influenza delle nostre madri.”

Poulter definisce 5 Tipi di Mamme e ne delinea le caratteristiche e il loro impatto nella vita di tutti i giorni. Trovo queste categorie molto interessanti e mi hanno agevolato ad aiutare meglio le centinaia di mamme con cui ho lavorato negli ultimi anni.

Ognuna di noi come mamma difficilmente si ritroverà in un’unica categoria. Naturalmente giochiamo ruoli diversi in base alle situazioni e alle fasi della vita di nostri bambini ma è interessante sapere quali caratteristiche dominano la nostra personalità.

Le 5 categorie di mamme: la mamma Perfezionista, l’Imprevedibile, la mamma “io al primo posto”, la Migliore Amica, la mamma Completa.

La mamma Perfezionista

Per questa mamma, come appare è molto più importante di come si sente. Ciò che fa è molto più importante di chi è in realtà. In molte occasioni questo atteggiamento è molto di aiuto perché questa mamma riesce a portare a termine, anche con un discreto successo, le sue mansioni e soprattutto i suoi obiettivi ma chi è lei come persona è secondario. I suoi figli tendono ad essere iper critici di se stessi, si sentono inadeguati.

La mamma Imprevedibile

È una persona incline all’ansia e alla depressione ed è spesso vittima delle sue stesse emozioni lasciando l’educazione dei figli in balia del suo umore che cambia alla velocità della luce. I suoi figli diventano spesso chi si occupa di lei, invertendo il quadro genitore-figlio. Imparano come contenerla e come gestire le sue emozioni rimanendo però molto insicuri nella vita. Questa mamma crea nella sua mente problemi e crisi per via della sua mancata gestione attiva delle emozioni e inevitabilmente le trasmette al suo bambino.

La mamma “io al primo posto”

Le mamme appartenenti a questa categoria non sono in grado di vedere i propri figli come degli individui separati da loro. È anche la categoria più prevalente. I figli di mamme “al primo posto” crescono molto insicuri e si sentono molte volte assorbiti dalla madre. Il bambino è sempre un po’ il contorno atto a far “brillare” la madre più che brillare lui stesso. Le paure, i dubbi e le ansie di questa mamma di solito si acquietano quando sente di avere il controllo sulla vita dei suoi figli.

La mamma Migliore Amica

Approssimativamente il 40-50% delle mamme è caratterizzato da questo stile genitoriale. È la madre che non ha mai accolto il fatto di essere madre e le sue responsabilità in quando guida alfa per i suoi bambini. Solitamente la figlia di una mamma “amica” vorrebbe che sua madre si vestisse e si comportasse come le altre mamme e sente di non aver mai avuto una madre. Il problema è che c’è un conflitto di interesse perché una delle due deve essere la madre. Questo complesso si verifica anche con i figli maschi che si ritrovano a fare da madri alle loro stesse mamme.

La mamma Completa

È la mamma che tutti vorremmo e di cui avremmo bisogno. In questa mamma c’è spazio per tutto: per te come figlio/a, per l’empatia, per il supporto, per le differenze, per l’accettazione. Questa madre è un’entità separata dalla sua stessa mamma. Ha una sua vita che lascia ai suoi figli lo spazio di creare la loro. Questa è la madre ideale che costituisce purtroppo solo il 10% delle mamme. Combina i 4 stili precedenti con armonia e bilanciamento. I suoi figli si sentono amati e capiti, indipendenti ma sanno di poter fare affidamento su di lei che li aiuti a raggiungere i loro obiettivi e la loro indipendenza.

Queste categorie sono naturalmente molto delineate e sono certa che in tutte noi ci siano delle sfumature di ognuna di esse. Quello che è interessante però è capire che il nostro rapporto con la nostra stessa madre ha un ruolo fondamentale sulle madri che diventiamo per i nostri figli ed io credo che, essere consapevoli di certi meccanismi ci può aiutare a migliorare ogni giorno e che non è inciso nella pietra!

In che mamma ti ritrovi di più? Lasciami i tuoi commenti.